coretto - Parrocchia San Vito al Giambellino

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

coretto

Parrocchia > Liturgia

IL CORETTO

a

Alla messa delle 10.00 c’è un clima tutto particolare, sarà per la presenza di molte giovani famiglie e dei bambini piccoli che sono “casinisti”; sarà forse anche perché si arriva alla spicciolata, tutti assonnati e solo quando siamo alla seconda lettura ci si sveglia e si capisce bene cosa sta succedendo… Secondo me però, a dare questo clima allegro, movimentato e… si! anche un po’ infantile (perché no????) è qualcosa d’invisibile qualcosa che vibra nell’aria e ci sveglia con decisione ma piacevolmente: sono i canti del nostro mitico coretto!!
É una realtà che esiste già da tempo ma ultimamente pare più movimentata del solito, sarà merito delle new entries tra i ragazzi? forse dei due chitarristi rockeggianti? o magari sotto c’è lo zampino anche della nostra fantastica direttrice?
lo chiediamo proprio a lei!

Ebbene sì, uno dei principali responsabili del clima movimentato della messa delle 10 è proprio lui: il coretto!
È un gruppo che nella celebrazione "si fa sentire": non solo con i fiatone della corsa dell' ultimo secondo, con le risatine, gli scherzi e i bisbigli, con i microfoni che cadono e con le chitarre che suonano durante l'omelia.. Ma anche con i canti di voci semplicemente angeliche! Posso affermare con certezza che uno dei tanti doni di questa comunità sia proprio la presenza di bambini che desiderano cantare insieme per animare la messa: con il loro entusiasmo e con il loro voler "essere presenti", fin da piccoli imparano a svolgere un piccolo servizio. Il coretto vede sempre più visi nuovi e diventa, nel tempo, un gruppo più consolidato...  Sarà l' oneroso impegno settimanale delle (gioco-) prove? La sua particolarità risiede nella sua composizione eterogenea: ci sono bambini di 5/6 anni ( che non sanno leggere, ma guai a non dar loro il libretto dei canti!) fino ad arrivare agli adolescenti di 17 anni. Questo ci permette di avere un clima di cura e attenzione reciproca e una divisione di piccole responsabilità proporzionate alle varie età. Infatti, i bambini si preoccupano principalmente di annunciare i canti e di aiutare nei preparativi, invece, i più grandi ( in vetta ci sono i mitici Andrea e Federica), oltre a cantare da solisti, sono delle figure che sostengono l' organizzazione delle attività, dei punti di riferimento per i più piccoli e di appoggio per i più grandi. Io, per prima, faccio spesso affidamento sugli adolescenti così da abituarli a tener loro le redini del gruppo in prospettiva del futuro. Da sottolineare che tutto questo non sarebbe possibile senza il supporto di persone che svolgono un servizio speciale: Jessica, che si preoccupa di mantenere un (dis)ordine decoroso per una messa, e Giovanni e Teo che creano allegri arrangiamenti e soccorrono con la loro musica nei momenti di difficoltà!
Con uno sguardo al futuro, mi piacerebbe che il coretto diventasse un gruppo fidato per la comunità: sempre più a servizio delle numerose attività della vita comunitaria, di supporto al progetto educativo del catechismo, un anello di
congiunzione tra l'oratorio e la chiesa. E se proprio devo dire la mia...
Ascoltare e vedere da vicino i visi di questi bambini, ragazzi e giovani adulti che, uniti, cantano con gioia al Signore, rappresenta per me uno dei doni più belli e commoventi della mia vita.

Marianna e don Giacomo


Torna ai contenuti | Torna al menu